Titolo

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait.

Archivio dell'autore %s Geom. Manuel Pifferi

Vendere un immobile: L’importanza della Conformità Urbanistica e Catastale

Nel caso di trasferimento di proprietà di un immobile o per l’accensione di un mutuo è importante conoscere la situazione Urbanistica e Catastale dell’immobile. Forse non tutti sanno che in caso di rogito le responsabilità relative alla suddetta conformità non sono del Notaio ma del venditore. Per questo si ritiene fondamentale che nel caso in cui si dovesse procedere alla vendita di un immobile ci si debba affidare all’esperienza ed alle competenze di un tecnico abilitato il quale, espletate tutte le verifiche del caso presso gli enti competenti, provvederà alla redazione di una dichiarazione di conformità.

Per chiarire un po’ questo aspetto anche a chi è digiuno in materia, cercheremo di spiegare in cosa consistono e perché sono importanti, la conformità urbanistica e la conformità catastale.

CONFORMITA’ URBANISTICA

Al fine di redigere la conformità Urbanistica, il tecnico incarico provvede ad eseguire le indagini presso il locale Ufficio Urbanistica, al fine di reperire tutti gli atti amministrativi che hanno interessato l’immobile oggetto di vendita, a partire dal titolo abilitativo con il quale è stato costruito, fino ad arrivare all’ultima istanza che lo ha interessato. Una volta recuperata tutta quanta la documentazione, il tecnico provvede ad eseguire un sopralluogo nell’immobile al fine di verificare la rispondenza dei documenti ufficiali con lo stato di fatto. Tale verifica è importante in quanto, benché ci si senta spesso dire dal committente che “non sono stati fatti lavori da quando l’immobile è stato acquistato” capita frequentemente di trovarsi di fronte a modifiche interne ed esterne realizzate in difformità dai progetti depositati presso il Comune di riferimento a causa della mancata presentazione di Varianti o stati di Consistenza Finale.

Ciò comporta l’impossibilità di redigere la dichiarazione di conformità Urbanistica. In tal caso il tecnico, rilevate le difformità, illustrerà al committente come procedere al fine di poter regolarizzare l’immobile e solo una volta sanato l’abuso provvederà alla redazione della dichiarazione di conformità. Si tenga presente che non tutte le difformità possono essere sanate e per questo, a maggior ragione, è fondamentale l’assistenza di un tecnico abilitato.

CONFORMITA’ CATASTALE

Dal luglio del 2010 è entrata in vigore la normativa che prevede l’obbligo della verifica della regolarità catastale prima di poter procedere con il rogito. La regolarità catastale è la corrispondenza tra lo stato di fatto e la planimetria depositata presso il locale Catasto Fabbricati. Il tecnico incaricato di redigere la dichiarazione di conformità provvederà dunque ad eseguire le opportune indagini presso l’ufficio del catasto, recupererà la copia della planimetria e della visura catastale e le confronterà con lo stato di fatto. In caso di difformità la questione è decisamente più semplice rispetto a quella urbanistica: sarà sufficiente redigere la Variazione Catastale e provvedere così alla rettifica della planimetria. I motivi di una difformità catastale sono solitamente legati alla mancata presentazione della variazione a seguito di modifiche interne e/o esterne.

In conclusione il consiglio che mi sento di dare è quello di affidarsi sempre ad un tecnico di fiducia nel caso in cui si voglia procedere con la vendita di un immobile, al fine di evitare di doversi ritrovare in spiacevoli situazioni che possano ritardare la consegna dell’immobile o, nei peggiori casi, pregiudicare il buon esito della vendita con conseguenti danni economici ed eventuali richieste di danni.

Per chi invece si torva ad acquistare un immobile il consiglio è quello di acquistare sempre immobili regolari o regolarizzati e di chiedere copia della dichiarazione urbanistica e catastale al fine di poterla far visionare al proprio tecnico di fiducia.

Geom. Manuel Pifferi

[button type=”custom” color=”#20209e” lightbox=”no” size=”small” arrow=”yes” url=”mailto:gmp@ute.it” target=”none” text=”RICHIEDI UN PREVENTIVO PER UNA CONFORMITA’ URBANISTICA E CATASTALE”]

Dichiarazione di successione telematica: Ok alla trasmissione anche per i Geometri

Dichiarazione di successione telematica: arriva l’ok dall’Agenzia delle Entrate all’abilitazione per geometri e periti alla trasmissione telematica

Anche i geometri e i periti industriali sono abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni di successione e domanda di volture catastali.

Il via libera è arrivato con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 42444/2017.

I nuovi soggetti abilitati alla trasmissione sono:

gli iscritti all’albo professionale dei geometri e dei geometri laureati
gli iscritti all’albo professionale dei periti industriali e dei periti industriali laureati, in possesso di specializzazione in edilizia, anche riuniti in forma associativa
Viene così ampliata la platea dei soggetti abilitati alla trasmissione telematica, in ragione delle loro competenze tecniche.

Fino ad ora i soggetti erano quelli individuati dall’art. 3, comma 3, dpr. 322/1998, ossia:

gli iscritti negli albi dei dottori commercialisti, dei ragionieri e dei periti commerciali e dei consulenti del lavoro
i soggetti iscritti alla data del 30 settembre 1993 nei ruoli di periti ed esperti tenuti dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura per la sub-categoria tributi, in possesso di diploma di laurea in giurisprudenza o in economia e commercio o equipollenti o diploma di ragioneria
le associazioni sindacali di categoria tra imprenditori indicate nell’art. 32, c. 1, lett. a), b) e c) dlgs 241/1997, nonché quelle che associano soggetti appartenenti a minoranze etnico-linguistiche
i centri di assistenza fiscale per le imprese e per i lavoratori dipendenti e pensionati
gli altri incaricati individuati con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze
In base al nuovo provvedimento, quindi, anche gli iscritti all’albo professionale dei geometri e dei geometri laureati e gli iscritti all’albo professionale dei periti industriali e dei periti industriali laureati, in possesso di specializzazione in edilizia, possono presentare telematicamente le dichiarazioni di successione e domande di volture catastali, secondo quanto approvato con provvedimento del 27 dicembre 2016.

La dichiarazione di successione e relativa domanda di voltura catastale, con riferimento alle successioni aperte successivamente al 3 ottobre 2006, deve essere presentata esclusivamente per via telematica.

Tuttavia, per il 2017 la dichiarazione di successione può essere inviata utilizzando il vecchio Modello 4.

Se il decesso è avvenuto prima del 3 ottobre 2006, è necessario utilizzare le vecchie regole con la compilazione del Modello 4.

FONTE: BIBLUS-NET

L’Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.)

apeLa Certificazione Energetica, che a seguito delle modifiche apportate con il Decreto 63/2013 viene sostituita con l’Attestato di Prestazione Energetica. L’A.P.E. è il documento attraverso il quale possiamo definire le caratteristiche energetiche di un fabbricato o porzione di esso (appartamento, fondo, ecc. ecc.). Leggi tutto

A.P.E.

Lo Studio Tecnico del Geom. Manuel Pifferi è abilitato alla redazione degli Attestati di Prestazione Energetica (APE) secondo la vigente normativa.

Consulenze

Consulenze tecniche, redazione di documentazione per atti notarili. Stime immobiliari, per istituti di credito, perizie tecniche e Giurate.

Catasto

Redazione di tutte le pratiche necessarie per l’accatastamento di nuovi fabbricati e/o per l’aggiornamento di quelli esistenti.

Sicurezza

Redazione di Piani di Sicurezza e Coordinamento e Piani Operativi, ai sensi del D.L. 81/2008, con assunzione di incarico come Coordinatore.

Progettazione

Offriamo la nostra completa assistenza per la progettazione o ristrutturazione di immobili residenziali, rurali e di capannoni industriali.